Tante risate

 

Novembre 2013

Un’altra bella giornata al St Anna ricca di tante belle risate. Da precisare che chi ha riso di più non furono i bambini in pediatria o in chirurgia, ma sopratutto la nostra Sardina, Trottola e Nuvola che ad ogni gaffe di Abra si spanciavano.

Nella prima stanza abbiamo incontrato Mare e Pioggia, due gemellini di appena 5 mesi. La sorellina beve con piacere da un biberon e sorride davanti al naso luminoso di Abra, mentre il fratellino dal lettino ammira curioso le tre fatine colorate che si chinano sopra di lui mentre nella stanza risuona un lieve carillon.
Usciti da questa stanza Abra si precipita nella seguente senza realizzare che era la stanza che avevamo previsto di fare per ultimo. Le tre fatine cominciano a sorridere. Nelle prossima stanza troviamo due bimbe intente a colorare e Nuvola fa il suo primo trucco di magia con il libro appena ricevuto, ed le bimbe si stupiscono nel vedere apparire dalle pagine bianche tante disegni del circo ed ancor più quando quei disegni diventano tutti colorati. Per contro restano diffidenti davanti alle magie di Abra e preferiscono il serpente di Trottola ed il coniglietto nel cilindro di Nuvola.
In corridoio incontriamo Chantal e un bimbo piccino che in un primo momento si mostrano alquanto sospettosi, sopratutto dal naso colorato di Abra, ma poi si lasciano affascinare dal palloncino di Sardina e poi anche Trottola debutta nel mondo della magia facendo disegnare e poi colorare il suo libro.
Ormai ci hanno adottato ma proseguiamo per andare in chirurgia dove in una stanza incontriamo un piccolo cinesino dal nome impronunciabile (ancor più dopo che la madre lo scrisse sul palloncino) ed un altro bimbo che però pareva alquanto stanco, rapidamente qualche magia, qualche bolla di sapone, qualche palloncino e poi li lasciamo riposarsi. In un altra stanza vi é un adolescente che si lascia distratte dalle magie mentre Trottola prepara un bel cuoricino per la mamma.
Mentre ritorniamo in pediatria, nel corridoio incontriamo un bel bimbo nero in braccio al padre. Altra gaffe di Abra che sentendo male lo chiama Sonar mentre il suo nome è Thomas. Le tre fatine se la spassano mentre il bambino, dopo che ho pastrugnato il suo nome, resta indefferente al fatto che gli facci suonare il pancino o il naso del padre e della madre, mi guarda diffidente e é felice solo col palloncino che le tre fatine gli han preparato.
Nel corridoio della pediatria ritroviamo Chantal che ha ricevuto la visita della sorella Corinne (decisamente in questa famiglia a qualcuno piace la Francia).
Siccome sua sorellina si é impossessata del cagnolino che trottola le aveva preparato e siccome ha un fidanzato che si chiama Jacobo, le facciamo un bel cuoricino con due piccioncini che si abbracciano.
Nel frattempo Sardina era stata informata che non dovevamo disturbare la stanza No 1 e ci aveva raccomandato di non andarci. Indovinate in che stanza si é ficcato Abra.
Proseguiamo per andare a trovare una bambina asiatica che gradisce le magie non solo di Abra, ma anche quelle di Trottola e Nuvola.
Nella stanza seguente il paziente é un adolescente ma che sembra distaccato e cerchiamo dunque di coinvolgere la sua sorellina che invece é alquanto implicata. Mentre trova che suo fratello é bello, non pensa affatto la stessa cosa di Abra, però preferisce dirlo all’orrecchio della mamma. Anche lei si diverte a colorare il libro magico non so più se di Trottola o Nuvola, ma sopratutto come palloncino a forma di coniglietto e con l’aiuto di Sardina ecco che trottola gli ne fa uno bellissimo. ma poi ci vuole anche il maschietto ed ora é nuvola che le prepara un coniglietto, però lo fa con le orecchie più lunghe dell’altro. Sarà perchè è maschio.
Finalmente ritorniamo nella stanza che tenevamo per la fine é un bel bimbo indiano scoppia a ridere vedendo apparire grosse bolle di sapone.
In sala giochi ritroviamo ancora Chantal e Viola che dopo l’esperienza dei disegni sui libri di Trottola e Nuvola, ora colorano con vere matite.
Chantal oramai ci considera amici e posa pure con noi per una foto.
Grazie a Sardina che con pazienza puliva i disastri che regolarmente le mie bolle facevano.
Brave Trottola e Nuvola che ora sono esperte a disegnare e colorare libri bianchi.
Un’altra bella e ricca mattinata che questi abiti da clown ci regalano ogni volta
Un abbraccio
Abra  
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on StumbleUponPin on PinterestEmail this to someone

Lascia un Commento